Biancoscudati: Messina - S.Maria Cilento 0 - 0

Vai al contenuto

Connettiti
Nuovo utente? Registrati ora! Aiuto

Classifica serie D - Girone I

 

Messina - S.Maria Cilento 0 - 0 -----

09 mag 2021 16:38 | Kronos  in Squadra

Occasione sciupata dall'Acr Messina che sbatte sul Santa Maria Cilento e non va oltre lo 0-0

Ritmi bassi allo Scoglio e biancoscudati che sprecano l'opportunità di andare a +6 sul secondo posto. Foggia sbaglia un paio di buone occasioni, con la squadra apparsa "arrugginita" dai 21 giorni di stop forzato

L’Acr Messina torna in campo dopo 21 giorni di stop forzato e ospita allo Scoglio il Santa Maria Cilento, tra le rivelazioni della prima parte di stagione, ma che in questo girone di ritorno ha subito un evidente calo. Novelli, senza Lomasto, Arcidiacono e Giofrè, impiega davanti al portiere Caruso (’99), Mazzone (2001), Boskovic, Sabatino e Izzo (2002), con Cristiani, il rientrante Aliperta e Cretella (2002) in mezzo al campo. Davanti il tridente over è composto da Bollino, Foggia e Cunzi. Cascione e Vacca si accomodano inizialmente in panchina.

La cronaca
Primo tempo: Acr Messina in completo biancoscudato, Santa Maria Cilento in maglia a righe giallorosse, pantaloncini e calzettoni rossi. I campani conquistano due calci d'angolo nei primi cinque minuti di partita e provano a fare la partita, con i biancoscudati che, sornioni, sprecano tre buone opportunità in contropiede. Prima Cunzi non trova l'apertura per Foggia che aveva un'autostrada davanti a sè, poi lo stesso Foggia e Aliperta peccano di precisione negli assist per Cretella prima e il solito bomber, molto nel vivo della manovra, dopo. Un quarto d'ora senza vere occasioni da gol, con Bozzaotre che chiude in acrobazia un'apertura di Bollino che aveva pescato il puntuale taglio di Cunzi. L'ex Sorrento, al 19' e dopo una cavalcata coast to coast di Cristiani, riceve da Cretella, ma spreca l'assist vincente per Foggia "servendo" di fatto Polverino. Cresce l'Acr Messina, nonostante i ritmi rimangano bassi: al 23' Aliperta cattura palla sulla trequarti, avanza fino al limite e calcia con potenza, ma trova la deviazione in tuffo del portiere cilentano. Si avventa sulla sfera Bollino, cross per Foggia che perde l'attimo e al momento della battuta a rete è chiuso da Romanelli. Pressione costante adesso dei biancoscudati: Cretella, dal limite, calcia alto, poi Aliperta da dentro l'area piccola chiama Polverino alla deviazione in corner e, infine, al 29' Cristiani pennella per Foggia che in tuffo di testa spreca tutto da due passi. Tanti errori di misura nei dieci minuti seguenti da parte dei biancoscudati che al 40' si espongono al contropiede di Maggio (partito in posizione sospetta) che ignora Citro e appoggia per Capozzoli, la cui botta potente è però imprecisa. Il primo tempo va in archivio senza recupero e senza gol: ritmi bassi, l'Acr Messina ha provato una fiammata nella parte centrale della frazione, ma con poca convinzione e senza trovare il guizzo vincente.

Secondo tempo: Si riparte senza sostituzioni e con Maggio che, al 3', cicca la conclusione sul preciso invito di Capozzoli e manda a lato. Sul fronte opposto Foggia protesta per un presunto contatto con Campanella su cui l'arbitro sorvola. Al 51' Maio ferma Cunzi con un duro intervento e subisce il secondo giallo dell'incontro (il primo comminato a Lambiase): sulla punizione che ne segue, Aliperta pesca Foggia sul secondo palo, ma il bomber manda clamorosamente a lato. Grande occasione non sfruttata dal miglior marcatore stagionale dell'Acr Messina. Quattro minuti dopo, un tiro svirgolato di Bozzaotre si trasforma in assist per Capozzoli che però non riesce a imprimere forza alla conclusione e Caruso può bloccare a terra. Al 61' Novelli manda in campo Lavrendi per uno stanco Cristiani (migliore in campo nel primo tempo) e l'Acr Messina ha subito una grande opportunità: rimessa laterale di Mazzone per Bollino, cross immediato per Foggia che trova una precaria coordinazione, ma spreca ancora e Polverini alza in corner con un bel colpo di reni. Portiere ospite protagonista con la deviazione in angolo anche due minuti dopo sulla conclusione di Cretella. Lo stesso 2002, pochi secondi dopo, recupera palla sulla trequarti, tocca per Sabatino che entra in area e serve Aliperta che però calcia alle stelle dall'altezza del dischetto del rigore. La partita si accende, sul fronte opposto è clamorosa la chance per il Santa Maria Cilento: azione di squadra, palla allargata a destra per Bozzaotre, assist per Maggio il cui tiro è deviato di testa a un passo dalla linea da Maio che era addirittura spalle alla palla. Al 68' ci prova anche Boskovic dalla distanza, palla di poco a lato. Al 77' scocca il momento di Oggiano, al debutto casalingo, che prende il posto di Cunzi. Novelli passa al 4-2-3-1 con Bollino trequartista e Cretella largo a sinistra. L'ex Albalonga prova a mettersi in proprio tre minuti dopo con un mancino a giro che si perde alto e largo. All'83' Novelli manda in campo anche Crisci per Cretella. Cinque minuti dopo bel numero personale di Oggiano, mancino respinto da un difensore sui piedi di Lavrendi che calcia dal limite, ma Polverino respinge coi piedi. Poi Crisci è anticipato al momento della conclusione. Al 90' Bollino calcia una punizione dal limite, palla sulla barriera. Corner seguente, con Manfrellotti per Foggia, senza esito. E partita che va in archivio dopo oltre sei minuti di recupero con l'espulsione anche del tecnico Esposito che lancia in campo un pallone dalla panchina. Occasione sciupata dai biancoscudati, anche in virtù dei pareggi di Football Club Messina e Gelbison, che avrebbero potuto piazzare l'allungo decisivo nella corsa alla promozione in Serie C.

Acr Messina-Santa Maria Cilento 0-0

Acr Messina: Caruso; Mazzone, Boskovic, Sabatino, Izzo; Cretella (38' st Crisci), Aliperta, Cristiani (16' st Lavrendi); Bollino, Foggia (48' st Manfrellotti), Cunzi (32' st Oggiano). Allenatore: Raffaele Novelli. A disposizione: Lai, Cascione, Bellopede, Vacca, Polichetti.

Santa Maria Cilento: Polverino; Romanelli, Campanella, De Gregorio; Bozzaotre (26' st Konios),Simonetti, Maio, Lambiase (19' st Foufoue); Capozzoli (32' st V. Romano), Maggio (42' st Tandara), Citro. Allenatore: Gianluca Esposito. A disposizione: Mastrangelo, Coulibaly, Tompte, G. Romano, Iodice

Arbitro: Federico Cosseddu di Nuoro
Assistenti: Leonardo Umbrella di Nichelino e Salvatore Ielardi di Novara

Ammoniti: Lambiase (SMC), Maio (SMC), Aliperta (M), Romanelli (SMC)
Espulso al 49' st Esposito (allenatore SMC)

Corner: 7-3
Recupero: 0' e 5'

messinanelpallone

0 Commenti

Pagina 1 di 1

Nessun commento è ancora stato fatto

Pagina 1 di 1